venerdì 12 giugno 2009

Gli Egizi

La civiltà Egiziana si sviluppò lungo i terreni fertili del fiume Nilo, il più lungo del mondo.
In alcuni periodi dell’anno il Nilo con le piene rilascia una sorta fango, molto fertile e prolifico chiamato limo.
Questa probabilmente è una delle ragioni principali dello sviluppo di questa civiltà, proprio in questo luogo.
La storia egiziana si divide fondamentalmente in quattro periodi: Antico Regno, Medio Regno, Nuovo Regno e Periodo Tardo.
Fin dall’inizio della storia Egiziana il ruolo del faraone era quello rappresentare Dio e la sua volontà, infatti proprio dal faraone dipendeva tutta la vita della società di allora.
Tra i faraoni di questo periodo ricordiamo: Cheope, Khefren e Micerino.
Questo periodo storico è naturalmente ricordato per la costruzione delle grandi piramidi, monumenti per celebrare la grandezza dei sovrani; tra le piramidi ricordiamo Khufu e Snefru.
Dopo un avvicendarsi di dinastie, si giunse così al Nuovo Regno, ricordato soprattutto per la grande espansione del regno, che comprendeva ora anche territori Asiatici fino ad arrivare all’Eufrate. L'Egitto divenne così uno dei territori più ricchi e dotati dell’epoca, mentre il ruolo del faraone era sempre più predominante.
Infine il Periodo Tardo che va dal 1069 a.C. fino al 332 a.C.
E' il periodo che porta alla fine della storia e della cultura egiziana, a causa di scontri e conflitti con varie etnie tra cui quella Persiana.

1 commenti:

KeKKo™ ha detto...

Accetto il tuo scambio di link!
Io ti ho già aggiunto e attendo che lo faccio anche tu. A presto,
KeKKo™;
Anti Catene & Co. (www.anticatene.blogspot.com)